Torre Iberdrola – Bilbao

  • Torre Iberdrola - Bilbao
  • Torre Iberdrola - Bilbao
  • Torre Iberdrola - Bilbao
  • Torre Iberdrola - Bilbao

About This Project

La Torre Iberdrola è un grattacielo per uffici a Bilbao, in Spagna, progettato dall’architetto Cesar Pelli. La prima pietra fu posta il 19 marzo 2007, e 1413 giorni dopo la Torre è diventata il nuovo punto di riferimento finanziario e commerciale di Bilbao. Un lavoro complesso e integrato tra architettura, arte, design, tecnologia e sostenibilità.

La costruzione, iniziata nel 2007, si è conclusa il 21 febbraio 2012 quando l’edificio è stato ufficialmente inaugurato dal re Juan Carlos I. La Torre ha 41 piani e un’altezza complessiva di 165 metri (541 piedi). I primi otto piani ospiteranno un auditorium con la capienza di 200 persone, mentre i piani rimanenti saranno adibiti per uso ufficio.

La Torre, costruita come sede della compagnia energetica Iberdrola, è l’edificio più alto nella città di Bilbao e nei Paesi Baschi in generale. L’ubicazione della torre è la ex zona industriale Abandoibarra, un’area situata accanto al fiume Nervión che si rinnova già dai primi anni ‘90 e dove si trovano altri progetti emblematici come il Museo Guggenheim Bilbao e il centro conferenze e sala concerti Euskalduna. L’ingresso alla torre è situato a Plaza Euskadi, dove saranno costruiti anche due edifici residenziali progettati da Carles Ferrater.

Cesar Pelli si distingue per l’eleganza e la sobrietà delle linee e il modo in cui combina vetro, travertino e metallo nei suoi edifici. Il suo lavoro di architetto comprende oltre 80 progetti che, per dirla con le sue parole, non hanno un particolare tratto comune perché preferisce adattare e fondere i suoi progetti in base al loro ambiente e al modo di vivere e percepire lo spazio circostante. E ‘difficile individuare il progetto più rilevante di tutto il suo lavoro, tuttavia non possiamo non citare alcuni dei suoi progetti più famosi, come ad esempio le Torri Petronas a Kuala Lumpur, il World Financial Center di New York o il Centro Internazionale delle Finanze di Hong Kong.

Per la Torre Iberdrola sono stati utilizzati solo materiali di alta qualità, sia per le aree comuni che per le aree private dei futuri uffici. Entrando nella Torre dall’ingresso principale si accede in una hall luminosa a più piani rifinita in legno e travertino. In particolare il Travertino Romano Classico utilizzato per i pavimenti e i rivestimenti si combina perfettamente con le alte pareti di acero naturale. Le superfici verticali in legno spiccano sui pavimenti di travertino chiaro in controfalda, stuccato e levigato, assemblato in lastre di grandi dimensioni tagliate su misura e assemblate in loco. Il Travertino Romano Classico è stato utilizzato anche per il rivestimento dell’ascensore e delle scenografiche scale circolari.

La forma triangolare della torre deriva da tre segmenti di cilindro inclinati dolcemente l’uno verso l’altro. I due lati lunghi formano una sorta di prua che punta in basso verso il viale che conduce in città, un gesto che viene amplificato da un vetro scultoreo con una base in acciaio. All’esterno, la nuova piazza che si apre di fronte alla Torre Iberdrola confluisce in una delle strade più importanti della città, vicino al punto in cui attraversa il fiume Nervión. L’illuminazione dell’edificio è costituita da luci incorporate in un soffitto di Pladur realizzato con elementi decorativi e crea scenografici riflessi sui pavimenti di travertino levigato amplificando la luminosità dell’ambiente. I piani dedicati agli uffici sono stati dipinti con un colore speciale a prova di polvere. Sono stati previsti anche controsoffitti e pavimenti tecnici per garantire completa flessibilità funzionale.

La Torre Iberdrola è la prima torre in Europa ad ottenere l’autorizzazione LEED Platinum, il più alto rating del US Green Building Council nel design sostenibile. Una vasta gamma di strategie di costruzione green sono state infatti utilizzate per la costruzione dell’edificio. Un ciclo continuo di acqua a 30°C scorre attraverso la costruzione per assistere le fasi di riscaldamento e raffreddamento, a seconda della stagione e dell’ora del giorno. L’utilizzo di una pietra naturale come il Travertino Romano, che copre circa 10.000 metri quadrati di superficie, permette un migliore equilibrio termodinamico degli ambienti. Inoltre, la Torre Iberdrola ha una facciata in vetro a doppia parete altamente efficiente: invertendo la configurazione convenzionale di tali pareti, la parete permeabile è posizionata all’interno in modo da far circolare l’aria fresca interna attraverso la cavità tra le pareti, e permettendo di catturare il calore dall’esterno per sfruttare le varie circostanze meteorologiche.

L’elegante torre di vetro di 41 piani progettata dallo studio Pelli Clarke Pelli è oggi il punto focale del nuovo sviluppo della zona Abandoibarra di Bilbao. Uno sviluppo, realizzato attraverso un partenariato pubblico-privato, che sta rivitalizzando l’intera zona industriale lungo il fiume Nervión, con l’intento di ricollegare la città del 19° secolo al suo storico lungomare. L’area include anche il noto Guggenheim Museum Bilbao, così come altri edifici realizzati nella stessa area da alcuni dei più importanti architetti del mondo.

Anno

2009

Travertino

Category
Headquarters & Office Buildings, Progetti